Joana Choumali vince l’ottavo ciclo del Prix Pictet

Joana Choumali è la vincitrice dell’ottavo ciclo del Prix Pictet, il premio globale per la fotografia e la sostenibilità, dedicato al tema della Speranza (Hope). L’annuncio è stato dato nel corso di una cerimonia presso il Victoria & Albert Museum a Londra mercoledì 13 novembre 2019, all’apertura di una mostra delle opere dei dodici fotografi finalisti.

Biografia e fotografie della vincitrice

Parlando a nome della giuria del Prix Pictet, il suo presidente Sir David King ha detto: «Siamo stati ispirati dalle parole del nostro presidente fondatore, Kofi Annan, che nel suo ultimo discorso al Prix Pictet ha parlato del potenziale per l’umanità di trovare speranza nell’avversità, e della sua profonda speranza che non sia troppo tardi per porre rimedio ai danni catastrofici sul mondo naturale e i suoi abitanti più vulnerabili che abbiamo visto. Inutile però illudersi, in questi ultimi due anni la crisi in cui ci troviamo è peggiorata. Eppure la speranza rimane, sebbene fragile ed elusiva. Le opere dei dodici fotografi finalisti sottolineano la grande speranza del Prix Pictet - la scommessa che tutti noi facciamo con il futuro, che l’arte possa ispirare l’azione e trionfare dove le parole da sole hanno fallito».

Maggiori informazioni sul sito web del Prix Pictet

Premio fotografico internazionale dedicato alla sostenibilità

Nel 2008 i soci del Gruppo Pictet hanno creato il premio Prix Pictet per richiamare l’attenzione mondiale e stimolare l’azione sulle problematiche della sostenibilità tramite il mezzo della fotografia.

Dalla sua fondazione, il Prix Pictet si è focalizzato sui temi ambientali. I cicli sono stati sette: Water, Earth, Growth, Power, Consumption, Disorder e Space.

Tema dell’ottavo ciclo

Il 5 luglio 2018, nel corso di una serata speciale nei Rencontres d’Arles, il tema per l’ottavo ciclo del Prix Pictet è stato annunciato. Il nuovo tema è Hope (speranza). Il ciclo di attribuzione del premio è ora divenuto biennale.

 

«Sono convinto che il Prix Pictet aiuterà ad approfondire la comprensione dei cambiamenti che stanno avvenendo nel nostro mondo e ad aumentare la pubblica consapevolezza dell’urgenza di adottare azioni preventive.»

Kofi Annan (1939―2018) Ex Presidente onorario del Prix Pictet

A tribute to Kofi Annan
By Stephen Barber, Chairman, Prix Pictet

 

Il Prix Pictet celebra il decimo anniversario
play sound mute sound

Tra i festeggiamenti per il decimo anniversario, abbiamo recentemente aperto una mostra retrospettiva presso il rinomato festival fotografico Rencontres d’Arles nel sud della Francia. Questa esposizione offre la rara opportunità di vedere riunite le opere dei sette vincitori, Benoit Aquin, Nadav Kander, Mitch Epstein, Luc Delahaye, Michael Schmidt, Valerie Belin e Richard Mosse.

«Per dieci anni il Prix Pictet ha fatto campagna con il potere delle immagini per richiamare l’attenzione globale sulle problematiche cruciali della sostenibilità. Molti dei migliori fotografi del Pianeta hanno puntato i loro obiettivi sulle principali minacce per l’umanità nel ventunesimo secolo. Siamo riusciti a fare la differenza? Sinceramente, penso proprio di sì.»

― Sir David King, Presidente della giuria del Prix Pictet

Dieci anni di esistenza Aumentare la consapevolezza

4000 artisti candidati in 7 cicli
del Prix Pictet

89 fotografi finalisti selezionati da 300
esperti di classe mondiale

92 esposizioni in 40 città
in tutto il mondo




Maggiori informazioni

Visita il sito Web del Prix Pictet per maggiori informazioni sul Premio fotografico internazionale dedicato alla sostenibilità.