Comunicato stampa

PAA amplia quindi la propria offerta tematica di private equity sulla scia dell’importante successo ottenuto nella raccolta di capitali dal suo primo fondo dedicato alla tecnologia che, a settembre 2021, ha raggiunto l’hard cap di 350 milioni di dollari USA.

L’obiettivo è investire, a livello internazionale, in fondi best-in-class nel campo delle biotecnologie e della sanità che puntano su strategie di venture capital, growth e private equity e impiegare una notevole parte del patrimonio in co-investimenti all’interno dei segmenti ritenuti più convincenti.

La strategia mira a fare leva sulle robuste dinamiche macroeconomiche create dalla tendenza di governi, aziende e cittadini a considerare prioritario il miglioramento della salute a tutti i livelli della società. L’accento sarà posto sugli investimenti più convincenti in cinque settori chiave (terapeutica, diagnostica, sanità digitale, tecnologia medica, prestazione di assistenza e servizi sanitari) per creare un portafoglio diversificato di imprese private attive nel settore sanitario. 

Yann Mauron, Investment Manager della strategia, spiega: «La salute rappresenta una priorità assoluta per la società nel suo complesso. Sul fronte dell’innovazione medica siamo ad un punto di svolta: gli investimenti sono in aumento, il quadro normativo è più favorevole e la tecnologia è in grado di offrire un maggior numero di possibili soluzioni.»

Yann Mauron, Investment Manager

«Come dimostrano i recenti successi messi a segno nel campo dei vaccini, è un momento propizio per il settore sanitario. In meno di un anno gli scienziati hanno fatto quello che avrebbero potuto fare in dieci.»

Yann Mauron Investment Manager, Thematic Private Equity strategy, Pictet Alternative Advisors

Pierre Stadler, Head of Thematic Private Equity, aggiunge che, «Dal punto di vista del private equity, questi cinque settori offrono opportunità in tutti gli stadi di sviluppo aziendale. Per quanto riguarda terapeutica, sanità digitale e diagnostica, il flusso delle possibilità d’investimento è particolarmente intenso nella fase iniziale o di crescita, mentre sul versante della tecnologia medica e dell’assistenza sanitaria, in genere, sono più interessanti le imprese che si trovano nella fase di buyout.»

Pierre Stadler, Head of Thematic Private Equity

«La capacità di PAA di costruire portafogli diversificati che comprendano investimenti in imprese sanitarie in tutte le fasi di sviluppo (venture capital, growth equity o Leveraged Buy-Out di aziende dallo stadio embrionale alla maturità) gli consentirà di creare una strategia health con un approccio improntato alla riduzione del rischio,»

Pierre Stadler Head of Thematic Private Equity, Pictet Alternative Advisors

Dagli esordi, che risalgono a quasi trent’anni fa, Pictet ha investito in oltre 150 fondi di private equity e ha partecipato a 155 co-investimenti, 90 dei quali sono stati realizzati, incrementando del 2,70%* il capitale investito. 

*Le cifre relative alla performance derivano dai risultati aggregati di svariati prodotti/investimenti non accessibili ai nuovi investitori. Le performance passate non costituiscono una garanzia dei rendimenti futuri.

Contatto

Groupe Pictet
Andrea Rhally
Media Relations Officer
arhally@pictet.com
+41 58 323 40 64