Sally Man vince il Prix Pictet «Fire»: il principale premio fotografico al mondo

La serie vincente del premio esplora i devastanti incendi naturali nel Great Dismal Swamp in Virginia

La fotografa Sally Mann è stata dichiarata vincitrice del nono ciclo del Prix Pictet, il premio globale per la fotografia e la sostenibilità, dedicato al tema «Fire».

Nella sua serie «Blackwater», Mann ha esplorato il Great Dismal Swamp in Virginia, un pericoloso terreno paludoso pieno di serpenti, predatori, insetti e con una fitta vegetazione, che molti schiavi fuggitivi attraversarono nella loro corsa verso la libertà. Mann ha documentato i vasti incendi e il fumo denso che distruggevano il terreno durante la sua visita e che sono sembrati rappresentare il grande fuoco del conflitto razziale in America.

L’annuncio è stato dato mercoledì 15 dicembre 2021 nel corso di una cerimonia presso il Victoria and Albert Museum a Londra che ha segnato l’apertura di una mostra delle opere dei dodici fotografi finalisti. Queste opere esplorano tutte il tema «Fire», su cui è stato incentrato questo ciclo del premio.

    «Nei dodici anni da quando abbiamo lanciato il premio, due delle maggiori minacce per la vita del pianeta - l’eccessivo sfruttamento delle risorse e i cambiamenti climatici dannosi - non hanno fatto altro che intensificarsi.»

    Renaud de Planta Socio senior del Gruppo Pictet
    © Sally Mann: Blackwater 32 - Blackwater series 2008-2012

    I fotografi finalisti del Prix Pictet «Fire» sono:

    • Joana Hadjithomas e Khalil Joreige, Francia 
    • Rinko Kawauchi, Giappone
    • Sally Mann, Stati Uniti
    • Christian Marclay, Regno Unito
    • Fabrice Monteiro, Senegal
    • Lisa Oppenheim, Stati Uniti
    • Mak Remissa, Cambogia
    • Carla Rippey, Messico 
    • Mark Ruwedel, Stati Uniti
    • Brent Stirton, Stati Uniti
    • David Uzochukwu, Stati Uniti e Belgio
    • Daisuke Yokota, Giappone

    Podcast sul Prix Pictet - Season 3: Power

    L’annuncio della vincitrice di «Fire» ha dato il via anche alla terza serie del podcast sul Prix Pictet intitolata «A Lens on Sustainability», rilasciata oggi, in cui creatori, pensatori e fotografi di tutto il mondo discutono sulla fotografia e la sostenibilità. Tra i collaboratori e i relatori ospiti di questa stagione vi sono Taryn Simon, Peter Frankopan, Brent Stirton e Herminia Ibarra.
     

    Joana Choumali vince l’ottavo ciclo del Prix Pictet

    Joana Choumali è la vincitrice dell’ottavo ciclo del Prix Pictet, il premio globale per la fotografia e la sostenibilità, dedicato al tema della Speranza (Hope). L’annuncio è stato dato nel corso di una cerimonia presso il Victoria & Albert Museum a Londra mercoledì 13 novembre 2019, all’apertura di una mostra delle opere dei dodici fotografi finalisti.

    Biografia e fotografie della vincitrice

    Parlando a nome della giuria del Prix Pictet, il suo presidente Sir David King ha detto: «Siamo stati ispirati dalle parole del nostro presidente fondatore, Kofi Annan, che nel suo ultimo discorso al Prix Pictet ha parlato del potenziale per l’umanità di trovare speranza nell’avversità, e della sua profonda speranza che non sia troppo tardi per porre rimedio ai danni catastrofici sul mondo naturale e i suoi abitanti più vulnerabili che abbiamo visto. Inutile però illudersi, in questi ultimi due anni la crisi in cui ci troviamo è peggiorata. Eppure la speranza rimane, sebbene fragile ed elusiva. Le opere dei dodici fotografi finalisti sottolineano la grande speranza del Prix Pictet - la scommessa che tutti noi facciamo con il futuro, che l’arte possa ispirare l’azione e trionfare dove le parole da sole hanno fallito».

    Maggiori informazioni sul sito web del Prix Pictet

    Premio fotografico internazionale dedicato alla sostenibilità

    Nel 2008 i soci del Gruppo Pictet hanno creato il premio Prix Pictet per richiamare l’attenzione mondiale e stimolare l’azione sulle problematiche della sostenibilità tramite il mezzo della fotografia.

    Dalla sua fondazione, il Prix Pictet si è focalizzato sui temi ambientali. I cicli sono stati sette: Water, Earth, Growth, Power, Consumption, Disorder, Space e Hope.

    «Sono convinto che il Prix Pictet aiuterà ad approfondire la comprensione dei cambiamenti che stanno avvenendo nel nostro mondo e ad aumentare la pubblica consapevolezza dell’urgenza di adottare azioni preventive.»

    Kofi Annan (1939―2018) Ex Presidente onorario del Prix Pictet

    A tribute to Kofi Annan
    By Stephen Barber, Chairman, Prix Pictet

     

    Maggiori informazioni

    Visita il sito Web del Prix Pictet per maggiori informazioni sul Premio fotografico internazionale dedicato alla sostenibilità.